Si consolida ulteriormente la collaborazione dell’Azione Cattolica diocesana con la Caritas diocesana e in particolare con il Centro di Educazione alla Pace e alla Mondialità (CEPM) dopo la bella esperienza educativa delle giornate diocesane dei giovani per la pace che da tre anni vengono promosse congiuntamente.
I tempi sono ormai maturi per fare ulteriori passi in avanti, che trovano concretezza, in questa fase, nella organizzazione e promozione di una serie di eventi con al centro l’esperienza di don Milani e dei ragazzi di Barbiana.
Si parte il 6 marzo 2008, giovedì prossimo, con un convegno dal tema: don Lorenzo Milani “…Uscire insieme dai problemi è politica”, evento promosso in collaborazione anche con l’Associazione Un’Isola e con il contributo della Banca di Sassari.

Non si sbaglia di certo nel definire l’esperienza di Barbiana con le parole che la Segretaria Nazionale del MSAC ha utilizzato durante la Scuola di formazione Studenti dell’aprile 2007 per indicare alcune caratteristiche che dovrebbe avere la scuola di oggi: “la scuola non può smettere di essere palestra di democrazia, esperienza di convivenza civile, di accoglienza, laboratorio di giustizia e di solidarietà dove i valori della nostra Costituzione hanno costituito la base di tutti i percorsi didattici”.
La scuola deve saper educare “Giovani cittadini al servizio delle nostre città, desiderosi di spendersi per la costruzione del Bene Comune, di dare il proprio contributo per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro Paese e dell’Europa tutta. (…) Perchè la scuola che serve è quella che fa di ogni giovane un Uomo, di ogni Uomo un Cittadino, di ogni Cittadino un Dono per la costruzione del Bene comune nel nostro Paese “.

Di queste idee era convinto don Lorenzo Milani e lo erano anche i ragazzi della Scuola di Barbiana: il Movimento Studenti di Azione Cattolica, a 40 anni dalla scomparsa di don Milani e dalla pubblicazione di Lettera ad una Professoressa, ricorda la sua straordinaria esperienza educativa attraverso la mostra fotografica “Il Sapere serve solo per darlo”, che dal 10 al 22 maggio sarà ospitata anche nella nostra diocesi.
Barbiana era una scuola unica, irripetibile, come diceva lo stesso don Milani, sicuramente migliorabile. Forse non è il modello di scuola Ideale, ma rimane pur sempre una provocazione in grado di interpellarci ancora oggi.
Non si tratta di un evento semplicemente celebrativo, di quelli magari a cui si guarda con un po’ di malinconia, né deve essere considerata un’esperienza fine a se stessa di una scuola particolare, unica, che non ha niente da dirci.
L’occasione del convegno di marzo sarà, in quest’ottica, la prima tappa di un percorso più articolato che a maggio offrirà ulteriori occasioni di riflessione e di dibattito sul tema della cittadinanza, degli ultimi, della partecipazione politica, dei valori ai quali si ispirano le scelte importanti della società civile, delle istituzioni.

Il convegno di giovedì prossimo, in particolare, ha come tema: don Lorenzo Milani “…Uscire insieme dai problemi è politica!” il messaggio è l’esperienza di Barbiana è l’incarnazione stessa di questo messaggio: costruire una società dei diritti e delle opportunità dove sia dato ad ognuno una possibilità di speranza e di futuro e dove ognuno senta, da cittadino sovrano, la responsabilità di tradurre per l’oggi e sperimentare nella propria vita il monito senza tempo di don Lorenzo Milani “I Care”, che significa “mi sta a cuore, mi interessa!”.
È il tempo delle scelte, di quelle in grado di rispondere alle esigenze del Paese, è il tempo di una Politica responsabile, cui sta a cuore il bene comune.

Uscire insieme dai problemi è politica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Riporta nel campo che segue il codice mostrato nell'immagine