Alghero – È ormai Ottobre, le attività nella parrocchia del Santissimo Nome di Gesù hanno ripreso da un po’, ma l’ufficialità all’inizio del nuovo anno associativo è stata data il 30 Ottobre, giorno in cui si è svolta presso il Centro di Pastorale di Monte Agnese la tradizionale Festa del Ciao.
Per l’Azione Cattolica questa festa assume un particolare significato di benvenuto per i nuovi tesserati e di gioioso inizio delle attività per i “veterani”.
Dopo la Celebrazione Eucaristica del mattino celebrata da don Stefano Pinna e padre Sebastiano i bambini e ragazzi accompagnati dai loro catechisti si sono recati nei locali diocesani, dove già li attendevano i ragazzi dell’arco 12/14 che hanno animato, collaborando con i propri educatori, la fase di benvenuto dell’incontro.
Una folla di bambini, vestiti con magliette bianche da loro stessi decorate con disegni e mille colori, ha così invaso, vivacizzato e rallegrato con le loro urla di gioia tutto l’ambiente.
Di folla realmente si è trattato visto che oltre ogni aspettativa i bambini dai 6 anni ai 14 anni erano in numero di circa 350, ai quali si devono aggiungere i loro educatori e animatori e la nutrita schiera di genitori, facendo lievitare il numero dei partecipanti, numero di tutto rispetto, quindi, se si pensa che si trattava di un evento parrocchiale.
Durante la mattinata i bambini hanno cantato e ballato ed è stato loro presentato l’inno ACR dal titolo “6 con noi” che fa conoscere mediante un linguaggio immediato e semplice, quale quello musicale, il tema e lo slogan di quest’anno.
“PRONTI?… VIA!” è la prima tappa dell’Iniziativa Annuale: gli acierrini sono invitati a essere protagonisti del mondo, a scendere in pista con l’ACR e a correre per seguire la metà, Gesù, vero atleta nell’amore.
Dopo un pranzo al sacco consumato sui verdi prati che abbelliscono l’area, sotto un sole piacevole che coccolava i piccoli ospiti regalando loro una stupenda giornata quasi estiva, sono riprese le attività differenziate per archi di età, come è tradizione dell’Associazione per venire incontro e meglio interpretare le differenti esigenze evolutive dei bambini (6/8 anni, 9/11 anni, 12/14 anni).
I piccoli atleti acierrini si sono cimentati nelle olimpiadi ACR, serie di divertenti giochi che hanno stimolato in loro la sana competizione, ma soprattutto lo spirito di squadra e il valore della collaborazione.
Il pomeriggio poi è stato allietato dall’arrivo inaspettato del parroco don Nino Pilu, lontano fisicamente, ma non spiritualmente dalla sua comunità per motivi di salute, che ha riabbracciato i suoi più piccoli parrocchiani e gli educatori.
Al termine dei lavori si è assistito ad un momento ricreativo scandito da simpatici bans, canzoni animate da gesti e dal breve saluto del Presidente Parrocchiale d’Azione Cattolica Giovanni Balzani.
Si può certamente affermare di aver vissuto a pieno una bella giornata in cui si è respirata una serena atmosfera, dove si è evidenziato il fervore di una comunità di certo attiva, che lavora con i giovani e per i giovani; erano, infatti, tanti oggi i ragazzi che si sono impegnati per realizzare questa festa e per regalare ai più piccoli un momento di allegria e di sani valori.
Questo 30 ottobre si è concluso con il calare del sole, ma il “Ciao” di questa festa riecheggerà nelle orecchie di tutti coloro che offrono il loro impegno nelle varie attività che la parrocchia e l’Azione Cattolica propongono e sarà un invito per tutti coloro che timidamente si affacciano a una realtà, spesso per molti solo muffa e bigottismo.
Per esprimere un giudizio su questa giornata vorrei concludere con la risposta alla domanda: “ti sei divertita?” di una bimba di 6 anni, la quale ha risposto con un timido si seguito da un “come il mondo”.

Davide Pintus

Una parrocchia in festa… del CIAO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Riporta nel campo che segue il codice mostrato nell'immagine