Scadenza bando il 20 dicembre 2010.

“L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro” Art. 1 Costituzione italiana. “Il lavoro è un diritto fondamentale ed è un bene per l’uomo: un bene utile, degno di lui perché adatto appunto ad esprimere ed accrescere la dignità umana. Il lavoro è un bene di tutti, che deve essere disponibile per tutti coloro che ne sono capaci.
La capacità progettuale di una società orientata verso il bene comune e proiettata verso il futuro si misura anche e soprattutto sulla base delle prospettive di lavoro che essa è in grado di offrire.” Dal compendio della DSC.

Pertanto l’Azione Cattolica Italiana, attraverso il Movimento Lavoratori, promuove forme di progettazione sociale e pastorale per dare un aiuto concreto ai giovani che vogliono inserirsi nel mondo del lavoro, ai lavoratori “fragili” e/o disoccupati perché si sentano protagonisti del proprio futuro, generando senso d’appartenenza, solidarietà civile e sinergia con gli attori locali.
Ambiti di intervento:
1. Animazione etica del territorio in collaborazione con il mondo imprenditoriale;
2. Realizzazione di reti tra “lavoratori fragili” (inoccupati, disoccupati, precari, over 50 usciti dal mercato del lavoro).

All’indirizzo
http://www.azionecattolica.it/aci/MLAC/appuntamenti/650-quarto-concorso-idee
il bando, il formulario ed il materiale.

IV Concorso di idee “Lavoro e pastorale”
Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Riporta nel campo che segue il codice mostrato nell'immagine